Parole vive

“Il Signore è mia luce e mia salvezza: di chi avrò timore?
Il Signore è difesa della mia vita: di chi avrò paura?
Una cosa ho chiesto al Signore, questa sola io cerco:
abitare nella casa del Signore tutti i giorni della mia vita,
per contemplare la bellezza del Signore e ammirare il Suo santuario.
Sono certo di contemplare la bontà del Signore nella terra dei viventi,
spera nel Signore, sii forte,
si rinfranchi il tuo cuore e spera nel Signore.”

Estratti del Salmo 26(27)
Queste parole lette lentamente sembra prendano vita … consistenza … corpo …
pare si trasformino in sicurezza, rifugio sicuro, contemplazione profonda di una bellezza mai vista ma solo sperata;
aprono il cuore all’attesa di Qualcosa e Qualcuno che sicuramente un giorno incontreremo e vedremo … ma che abbiamo già la certezza di avere accanto …
Insegnano l’abbandono nel Signore e al Signore;
in queste parole … c’è Tutto …
respiriamo a pieni polmoni queste sensazioni e ricordiamole nei momenti più difficili quando siamo più scoraggiati, tristi e delusi …
troviamoci la forza per andare avanti … sentendoci protetti, amati, attesi e consolati.

 

error: Content is protected !!